Manifestazione Roma 17 Ottobre

Il 17 Ottobre a Roma abbiamo portato all’attenzione dei membri del governo ed anche dell’opposizione, i problemi del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco.

Nella riunione che è scaturita in seguito alla manifestazione le nostre idee sono venute fuori.

Quindi anche il Governo è a conoscenza e da tempo, grazie ai nostri comunicati, documenti, interrogazioni parlamentari, incontri pubblici, richieste…come l’ultima in ordine di tempo, inviata il 3 ottobre al sottosegretario Rughetti.
.
Fa veramente sorridere vedere il gioco sui social di altri sindacati che si inventano di tutto pur di denigrare il nostro lavoro e l’impegno messo in campo.
.
Si arrampicano sugli specchi con il gioco delle date sui documenti come se quello inviato al sottosegretario Rughetti sia l’unico documento prodotto per far conoscere la nostra posizione al Governo.
Si attaccano alla nostra manifestazione dichiarando che non abbiano chiesto nulla per i VF quando chi invece era presente sa e conosce il senso della manifestazione del 17 ottobre.
.
Che tristezza vedere che per certi sindacalisti l’unico scopo è quello di denigrare, insinuare a vanvera, e cercare solo di fare tessere, unico vero scopo di tali affermazioni.

Talvolta mi domando se abbiano mai conosciuto la "passione" di essere Vigili del Fuoco, quella passione che ha spinto molti di noi a scegliere questo mestiere.

È sacrosanto cercare di crescere e migliorare la nostra condizione lavorativa, ma mi domando se sia giusto farlo distruggendo i rapporti interpersonali tra colleghi che hanno idee diverse, se sia giusto ottenere una migliore condizione lavorativa, cercando di distruggere in ogni modo e con ogni mezzo, coloro che pur impegnandosi per lo stesso fine, hanno idee diverse.

Sarà, ma questo comportamento di certi sindacalisti mi assomiglia a certi slogan di epoche passate come "o con noi o sei contro di noi".

Mi dispiace per loro, ma noi siamo per il Corpo Nazionale e non siamo contro coloro che hanno lo stesso nostro obiettivo anche se per ottenerlo vogliono percorrere strade diverse.

Ai posteri l’ardua sentenza.

Il Segretario Regionale Generale
Fns Cisl MARCHE
William Berre’